La pineta degli orrori

La pineta vi sussurrerà dolcemente i segreti cosmici della palude ma se non state attenti potrebbe inghiottirvi per sempre

Luogo:
Pineta San Vitale
Luogo di ritrovo:
Capanno Quattrocchi / Venerdì 29 Ottobre / Ore 19.30
Partecipanti:
20
Intensità (clicca qui per la guida):
Facilissimo (se non avete paura del buio)
Quota di Partecipazione:
25€
L'attività in breve:
  • 12km tutti in piano
  • Notturno sepolcrale
  • Pizzeria da Rudy la Pizza per veri Rudi
  • Ascolto forzato di materiale extra del podcast più bello della subsidenza
Camminatore tipo:

Dovete essere in grado di camminare per 4 orette abbondanti intervallate da brevi pause per permetterci di evitare le creature che abitano la pineta e che potrebbero volerci trascinare via durante l'escursione. Torcia e tanta buona volontà sono gli unici requisiti per sopravvivere a questa tranquilla scampagnata nelle fauci della pineta.

Informazioni utili per i camminatori

Il venerdì prima della notte di Halloween è risaputo che le entità che vivono nelle paludi e nelle aree limitrofe alle raffinerie si riuniscono per decidere le sorti dei mortali. Perché non approfittare dell'occasione per fare una piacevole e per nulla rischiosa escursione nel loro giardino di casa?

La Pineta di San Vitale è una delle ultime pinete ravennati e ospita un percorso facile (non privo di insidie) che ci permetterà di vivere in totale serenità tanti attimi di piacevole terrore.

Durante il percorso per non sentire le grida delle anime provenire dalla pineta ascolteremo del materiale extra dal podcast "C'è Vita nel Grande Nulla Agricolo" che se non lo avete ancora intuito è il tema di questa escursione.

In un momento del tutto casuale del percorso riceveremo un carico di pizza direttamente dalla Pizzeria da Rudy la Pizza per veri Rudy!

Cosa vedremo e ascolteremo?

La Pineta di notte si trasforma sotto i raggi della luna e delle nostre torce frontali. La ipervegetazione lacustre si schiuderà davanti a noi mentre sentiremo di tanto in tanto il suono degli abitanti della Pineta che curiosi verranno ad osservarci dai cespugli. Se sentite un suono non voltatevi e non gridate. Ripeto, se sentite un suono provenire dai cespugli non illuminatelo con la torcia. Per il vostro bene e quello del gruppo.

Attraverseremo canali e connetti abitati da anatidi e altri uccelli maestosi come il cigno reale. Non provate a fotografarlo, potrebbe arrabbiarsi. In lontananza nel riflesso della zona industriale potremmo scorgere il contorno dei fenicotteri che infestano le valli bullizzando le altre specie e cacciandole dal loro habitat.

Dimenticavo i cavalli mannari, sono innocui però non vanno accarezzati o avvicinati per nessun motivo. L'organizzazione non si ritiene responsabile di incidenti con i cavalli mannari.

Attrezzatura necessaria

Zainetto con acqua, termos con bevanda calda e/o superbevanda di vostra scelta. Scarpe comode, abbigliamento caldo, occorrente per sedersi a terra, torcia frontale, coperta contro i mostri.

Che si magna?

Al momento dell'ordine potrete scegliere tra le seguenti pizze:

  • Discarica: pomodoro, mozzarella, gorgonzola, patate al forno e salame piccane
  • La Raffineria: pizza kebab
  • Luridamerica: würstel e patatine fritte (aggiunta maionese e ketchup)
  • Megalodone: rossa con verdure miste (veg)
  • Cordyceps Boetellum: pomodoro, mozzarella, tris di funghi
  • Porco Mannaro: pomodoro, mozzarella, salsiccia e pancetta
  • Una banalissima margherita
La quota comprende:
  • Guida Ambientale Escursionistica sopravvissuta a numerose escursioni in pineta
  • Autori del podcast direttamente dalla subsidenza
  • Pizza
La quota non comprende:
  • Assicurazione contro mostri e orrori della pineta
  • Dispositivi di autodifesa
  • Tutto ciò che non compare in la quota include

ISCRIVITI ORA!